ERIN BODE “Here & Now”

ERIN BODE “Here & Now”

Nativa del Minnesota, Erin Bode ha mosso i suoi primi passi musicali abbracciando il jazz ed interpretandolo in maniera splendida, guadagnandosi ampi riconoscimenti e paragoni a volte impegnativi con le migliori voci femminili del genere. Dotata di una voce di assoluto valore, capace di esprimere mille sfumature mostrando un’ampiezza di tonalità notevolissima, Erin ha, nel corso degli anni e degli album, introdotto nel suo repertorio brani originali e firmati da alcuni tra i migliori autori dello straordinario ‘songbook’ americano, tra pop, rock e radici, compiendo quel processo di maturazione che l’ha portata ad esprimersi a livelli eccellenti. “Here & Now” è un manifesto ampio e completo delle qualità della cantante che ora risiede a St. Louis, Missouri, un disco in cui emerge tutta la sua grazia e il suo talento interpretativo. In questo suo progetto Erin ha avuto il supporto prezioso di un grande come Viktor Krauss, favoloso contrabbassista fratello della forse più famosa Alison ma certamente non meno brillante, qui produttore illuminato e sempre ispirato nel suo apporto strumentale. Fondamentale è poi il chitarrista Matt Munisteri, tecnicamente notevolissimo, fantasioso e brillante in tutti i suoi interventi, con i discreti interventi di Tara Santiago al violoncello, Todd Lombardo ad alternarsi con Matt Munisteri alla chitarra e la bravissima Suzanne Cox alle armonie vocali a completare una ‘line-up’ scarna ma ideale per queste atmosfere sognanti e ricche di anima. Autori contemporanei e classici della Musica americana si alternano in un album in cui sono comunque la voce di Erin Bode e le sue performance praticamente perfette a ‘rubare’ il palcoscenico. Da Jackson Browne (“These Days”) a Rickie Lee Jones (“On Saturday Afternoons In 1963” a mio parere uno dei gioiellini dell’esordio di Rickie Lee), dal geniale Van Dyke Parks (“Orange Crate Art”) al britannico Gerry Rafferty (“Whatever’s Written In Your Heart”) fino a Paul Simon (“How The Heart Approaches What It Yearns” da uno dei suoi più bei dischi, “One Trick Pony”) rappresentano il meglio per quanto riguarda i songwriters ‘attuali’, mentre è sempre utile e bello riascoltare le canzoni di grandi come Irving Berlin, Leonard Bernstein e George Gershwin, icone della musica del novecento qui riprese con naturalezza e sagacia. “Here & Now” è un disco importante per la qualità dei suoi autori e per introdurre (a chi non la conoscesse ancora) una voce veramente bellissima. Un disco elegante e accurato in tutte le sue sfumature. (Remo Ricaldone)

2018-08-13T18:36:26+00:00