Clelia Adams River Valley Dreaming

78895
Trasferitasi in Australia dall’Italia all’età di 4 anni, Clelia ha contribuito a creare quella che ora tutto il mondo conosce come “The Australian Country Music Scene”. Vera pioniera della musica country, si inserisce in quel filone musicale che vede in Jude Stone, Anne Kirkpatrick e la stessa Tania Kernaghan come alcune delle artiste più rappresentative. La musica di Clelia attinge dal folk anglosassone ma anche dalla cultura musicale del suo paese d’origine, l’Italia, come dimostra innanzitutto La Paloma, brano tradizionale che chiude questo River Valley Dreaming e che Clelia interpreta in Italiano. Sesto album in studio, questo RVD si articola attraverso 14 brani che spaziano dal boogie allo yodel passando per il r’n’r e per l’’honky tonk. Non mancano, oltre alla già citata La Paloma, altri profondi riferimenti all’Italia, paese che evidentemente Clelia ama profondamente. Basti pensare a “Italian Cowgirl” (I don’t need to sing opera, don’t fancy life in Rome Florence or Venice, or a Riviera home, Milan still has my number, it’s all about those shoes, this land is in my blood, I don’t have to choose, stories of the wild outback always fascinated me, the billabongs will have to wait, there’s lasagna for tea, if bush tuckers all they got, sorry Slim, I must decline, mum’s bolognaise in the pot, so thanks, but I’ll be fine ) , terza traccia del cd, dove l’artista si divide tra il passato, rappresentato dal nostro Paese, e il presente scandito dalla vita nell’outback. Autrice di quasi tutte le 14 canzoni del cd, Clelia si concede anche alcune covers. Particolarmente riuscita Baby We re Really In Love , brano che porta la firma di Hank Williams. Completa il tutto un secondo cd, intitolato Clelia The Archives che contiene le canzoni preferite dall’artista a partire dal 1985. Personalmente ritengo River Valley Dreaming un album divertente, cantato in maniera perfetta da una voce splendida che valorizza pienamente gli arrangiamenti molto traditional e decisamente country. Vorrei inoltre sottolineare il largo uso della steel guitar in quasi tutte le canzoni e, come sappiamo bene, solo la steel guitar è in grado di catturare la vera anima della country music. Artista di grande sensibilità e valore, Clelia si conferma con questo River Valley Dreaming come una della grandi personalità della musica country “Down Under”. Ottimo lavoro Italian Cowgirl. (Gianluca Sitta)

This entry was posted in Articles and Reviews. Bookmark the permalink.

Comments are closed.