Chris Wall El Western Motel

51bnoHMVCAL._SS500
Una larga parte del mondo della musica country&western Americana deve qualcosa a questo personaggio, puro storyteller nato in California ma musicalmente cresciuto all’ombra del Lone Star State. Classico Texas troubadour di altri tempi, Chris Wall ha imparato dai vari Willie Nelson, Waylon Jennings e Merle Haggard la difficile arte del parlare al cuore delle persone con canzoni semplici ma nello stesso tempo dalla grande potenza evocativa. La sua non è una musica urlata, spesso infatti si presenta in veste acustica o quasi, ma riesce sempre a raccontare storie di profondo impatto emotivo. Storie che parlano di cowboys impegnati nelle difficoltà quotidiane e di personaggi e situazioni che potremmo tranquillamente trovare nei racconti di Hemingway o di Faulkner. La musica di Wall riflette una filosofia di vita e un modo di essere. Anche in questo El Western Motel infatti il tratto più saliente è proprio la maturità umana e artistica che caratterizza tutte le 12 tracce del cd. Tutte scritte dallo stesso Chris , le canzoni di El Western Motel sono un disincantato ritratto del West di oggi, raccontato con tutta la poetica che la grande musica riesce ad esprimere. Suoni asciutti, precisi, molto tradizionali, anche grazie alla presenza di musicisti di grande valore quali Llyod Maines ( che è anche il produttore dell’album), Cody Braun (Reckless Kelly), Merel Bregante e Sarah Pierce, fanno di El western Motel, un album che cattura lo spirito più genuino della country music senza scendere a compromessi. Settimo album della discografia di C.W., e primo nell’ultima decade, questo cd vede inoltre la partecipazione, in Blue For The Big Highway e Hello, I’m An Old Country Song, di Dale Watson, personaggio che dal punto di vista musicale, dimostra una straordinaria affinità proprio con lo stesso Wall. Vorrei concludere questa recensione con una breve nota su quello che, fra tutti i brani del cd, mi sembra il più autobiografico. “Silver Hair and Silver Wings” canta il protagonista quasi a voler ricordare che nonostante gli anni siano passati, la passione per la musica rimane immutata e la voglia di raccontare grandi emozioni è ancora tanta. Austin, il Texas e tutto il mondo della country music ringraziano e salutano con gioia al ritorno di Chris Wall. (Gianluca Sitta)

This entry was posted in Articles and Reviews. Bookmark the permalink.

Comments are closed.